Think Different e diventa creatore di un payoff geniale!

Think Different e diventa creatore di un payoff geniale!

Oggi vi parliamo del payoff: per capirci, quella cosa che nessuno riesce mai a riconoscere  e che tutti confondono con lo slogan o che descrivono come ‘la frase conclusiva di una pubblicità’.

In realtà quando ne parliamo, possiamo definirlo come un dispositivo testuale che concorre, insieme al logo, a creare la brand identity di un’azienda e quindi i valori che questa vuole veicolare. Nonostante venga spesso sottovalutato, in realtà costituisce uno strumento utilissimo e che permette, in un marasma di aziende emergenti, di fare in modo che la propria si distingua!

Per  permettere che il payoff resti fisso nella memoria di un potenziale consumatore ci sono una serie di accorgimenti da cercare di rispettare per evitare che questo elemento venga cambiato ogni volta che cambia la campagna. Risultato? Brand che risulta barcollante, instabile e senza una precisa personalità che possa essere riconosciuta.

Specificando fin da subito che non esistono ‘Tavole della Legge’ su come creare un payoff memorabile, esistono, come abbiamo detto, una serie di accortezze che potrebbero servire ad ‘aggiustare il tiro’.

Uno tra i consigli di cui parlavamo era il cercare di essere estremamente sintetico:  il consumatore è crudele e ci dedica davvero pochi secondi di attenzione, per questo dobbiamo sfruttarli al meglio per stupirlo!

Alcune scuole di pensiero,infatti, sostengono addirittura che il payoff perfetto sia composto da due/ tre parole come ci dimostrano casi di payoff azzeccatissimi nella storia dell’advertising (‘Just Do It’, ‘Think Different’, ‘Impossible is nothing’).

La brevità, infine, deve andare a braccetto con la semplicità: evitate di usare termini poco diffusi e di difficile comprensione!

 

Vittoria

Studentessa di Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano. Passione per i libri, la scrittura, l'arte e il design unito a creatività, volontà di indipendenza ed emancipazione. Ogni tanto scrivo cosette se vi va di leggerle!