OPEN INNOVATION: funziona davvero?

Nello scorso articolo abbiamo fatto un’introduzione generale riguardo il processo di open innovation e della sua relazione con l’approccio precedente della closed innovation.

Oggi vogliamo parlarvi dei motivi per cui il modello dell’open innovation effettivamente funziona.

Il primo motivo riguarda la riduzione dei tempi di lancio del prodotto sul mercato: il tempo di sviluppo del prodotto a partire dai primi step fino al momento del lancio oggi è estremamente importante a causa dell’aumento della competizione sul mercato.  Grazie all’open innovation, invece, si possono accorciare i tempi di sviluppo attraverso il trasferimento delle attività ai partner ‘innovativi’ in modo da potersi dividere il lavoro tra interno dell’azienda ed esterno.

Si parla, poi, di positività per il fattore new-to-market (nuovo sul mercato): infatti il consumatore è in grado di percepire la novità, soprattutto per quanto riguarda l’innovazione dei prodotti. Quest’ultimi sono prodotti con il contributo di partner esterni e permettono all’azienda di aprirsi a nuove funzionalità e a creare un nuovo mercato.  Il fatto di creare prodotti innovativi induce il consumatore ad acquistare più prodotti da te per il semplice fatto che stai creando una versione nuova del prodotto che stanno già utilizzando.

La minimizzazione dei rischi, poi, è un’altra caratteristica dovuta al fatto che un nuovo prodotto venga accettato sul mercato e soddisfi i bisogni del consumatore. Integrando i consumatori innovativi all’interno del processo di open innovation, l’accettazione del nuovo prodotto può essere aumentata considerevolmente e il rischio, invece, viene ridotto.

Come caratteristica base del paradigma della open innovation abbiamo detto che c’è quella di riuscire ad integrare nuove idee a partire dalla collaborazione con nostri partner: coniugare le numerose risorse interne all’azienda insieme a quelle esterne porta ad un aumento della creatività per la creazione di nuovi prodotti innovativi, nuovi canali di distribuzione, nuovi modelli e campi di business.

Sostanzialmente, l’open innovation permette di far compiere ‘un passo avanti’  al tuo business inventando nuovi prodotti, nuove strade di marketing oppure semplicemente nuovi modi di pensare. Questo tipo di paradigma è la risposta al mutamento delle condizioni di mercato e dei nuovi bisogni dei consumatori.

Tra le grandi aziende che hanno adottato questo modello con risultati positivi troviamo Siemens, Michelin, Kodak, P&G, Enel e tante altre!

 

Vittoria

Vittoria

Studentessa di Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, aspirante copyrighter. Passione per i libri, la scrittura, l'arte e il design unito a creatività, volontà di indipendenza.